In evidenza

  • condividi
  • |
  • |

19 marzo 2021

Sciopero del personale BluBus venerdì 26 marzo 2021

Le Segreterie provinciali di Pistoia e Lucca delle OO.SS. FILT/CGIL, FIT/CISL, UILT/UIL, UGL/TRASPORTI e FAISA/CISAL hanno aderito allo sciopero nazionale del TPL di 24 ore proclamato dalle rispettive Segreterie nazionali, comunicando le modalità di attuazione per il personale dipendente della Società BluBus. Inoltre, la Segreteria provinciale di Pistoia della O.S. COBAS Lavoro Privato ha aderito allo sciopero nazionale del TPL di 4 ore indetto dalla propria Segreteria nazionale, comunicandone a sua volta le modalità di attuazione per il personale dipendente della Società BluBus. 

Per COPIT, TRASPORTI TOSCANI e CTT NORD Lucca gli SCIOPERI interesseranno l’intera giornata di venerdì 26 marzo 2021

A seguito dell’adesione del personale agli scioperi, potranno verificarsi limitazioni, ritardi e soppressioni delle corse di tutte le linee BluBus. Sarà assicurata l’effettuazione delle “corse garantite” (specificate negli orari al pubblico) nelle seguenti fasce orarie

BluBus - COPIT
Corse garantite nelle seguenti fasce orarie:

dalle 6:30 alle 8:45 e dalle 12:45 alle 16:30 

BluBus - TRASPORTI TOSCANI e CTT NORD Lucca
Corse garantite nelle seguenti fasce orarie:

dalle 5:30 alle 8:30 e dalle 12:00 alle 15:00

Per quanto riguarda le biglietterie, gli uffici e gli altri impianti aziendali potranno essere interessati dagli scioperi durante tutta la giornata.

Per informazioni:
Agenzia Pistoia 0573.363.243
Agenzia Montecatini 0572.911.781
Numero Clienti 848.800.730
Sito internet www.blubus.it

Ai sensi dell’art. 9 della Delibera n. 18/138 del 23/04/2018, della Commissione di Garanzia dell’attuazione della Legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, si comunicano di seguito le motivazioni poste a base delle due distinte vertenze: per lo sciopero nazionale FILT/CGIL, FIT/CISL, UILT/UIL, UGL/TRASPORTI e FAISA/CISAL = interruzione del confronto per il rinnovo del CCNL Autoferrotranvieri Internavigatori (Mobilità TPL), scaduto da oltre tre anni, ed esito negativo delle procedure di raffreddamento e conciliazione previste dalla l. n. 146/90 e ss.mm. ii; per lo sciopero nazionale COBAS Lavoro Privato = richiesta di incontro urgente con il Ministro dei Trasporti al fine di avviare un confronto, ormai ineludibile, sulla situazione in cui versa il Trasporto Pubblico Locale a cui non è mai stata data risposta; insufficienti politiche del governo in merito al trasporto pubblico locale in quanto continuano nella stessa direzione dei precedenti governi non tenendo conto, alla luce delle problematiche venute fuori dalla pandemia covid-19, come: importanza della gestione pubblica del servizio T.p.l. con affidamento diretto • nuovi meccanismi di controllo del sistema da parte di comitati di cittadini, utenti e lavoratori del settore • stop alle gare per l’assegnazione del servizio • finanziamento del T.p.l. tramite la fiscalità generale. Ai sensi del medesimo art. 9, si comunicano altresì le percentuali di adesione allo sciopero nazionale di 4 ore dell’08/02/2021 indetto dalle OO.SS. FILT/CGIL, FIT/CISL, UILT/UIL, UGL/TRASPORTI e FAISA/CISAL = 55,93% ed allo sciopero nazionale di 4 ore del 10/11/2017 indetto dall’O.S. COBAS Lavoro Privato = 28,06%.